Quale frutta mangiare in estate per combattere il caldo?

Con l’arrivo dell’estate le alte temperature mettono a dura prova il nostro organismo, causando una perdita di preziose sostanze come vitamine e sali minerali, che devono essere prontamente reinserite per evitare disagi e complicazioni. La frutta è un prezioso alleato nella lotta all’afa, perciò è importante capire quala frutta mangiare in estate per combattere il caldo, fornendo al nostro organismo tutte le sostanze di cui ha bisogno per rimanere in perfetta condizioni.

Anguria o cocomero

In alcune zone d’Italia viene chiamata anguria, in altre cocomero, tuttavia il risultato non cambia, si tratta di una frutta estremamente efficace per contrastare il caldo estivo. L’anguria è composta principalmente da acqua, quindi è un alimento piuttosto dissetante, in grado di idratare il corpo e ripristinare i liquidi persi con la sudorazione. Inoltre presenta una quantità limitata di zuccheri naturali, meno del 10%, fornisce energia e sostanze fondamentali in estate come la vitamina B6, il licopene e la citrulina, antiossidanti e benefiche contro il colesterolo.

Melone

Un’altra ottima frutta da consumare nei mesi estivi è il melone, anch’esso particolarmente dissetante e rinfrescante, con il 90% di acqua e appena il 7-8% di zuccheri naturali. Al suo interno sono presenti buone quantità di vitamine B1, B2 e B3, sostanze utili come il fosforo, il ferro, il potassio e il sodio, con modeste percentuali di vitamina A e C. Il melone aiuta nel contrasto del diabete, favorisce la diuresi ed è una frutta poco calorica, indicata sia per i bambini che per gli adulti.

Pesche

Grande protagoniste delle estati italiane sono indubbiamente le pesche, una frutta sempre molto apprezzata sotto l’ombrellone e nelle macedonie. Questo alimento è dissetante e ricco di sali minerali importanti, come il potassio, il magnesio, il fosforo e il calcio, infatti si tratta di un eccellente prodotto alimentare per il sistema nervoso. Oltre a ciò le pesche contengono elevate quantità di vitamina C e A, pochissimi zuccheri naturali e una percentuale di acqua che arriva fino al 74-76% circa, con buone tracce di fibre che aiutano la digestione.

Nespole

Anche le nespole sono una frutta tipicamente estiva, in grado di apportare benefici al fegato e all’intestino. Al loro interno possiedono sostanze come le vitamine A e C, l’acido formico e cianidrico, tracce di vitamine B1 e B2, con una modesta presenza di sali minerali come il ferro, il fosforo e il sodio. Le nespole sono ricche di fibre solubili facilmente digeribili, povere di grassi e zuccheri naturali, composte fino all’85% di acqua confermandosi un fantastico alimento dissetante.

Susine

Una frutta immancabile in estate sono le susine, questi piccoli alimenti di colore scuro, simili alle prugne ma in realtà completamente differenti da quest’ultime. Le susine sono originarie dell’Asia, allo stesso tempo oggi sono piuttosto diffuse nel nostro Paese, essendosi ambientate benissimo al clima mediterraneo. Le proprietà organolettiche delle susine sono numerose, infatti contengono polifenoli, vitamina A, fibre, potassio e tantissima acqua, risultando efficiente per la pulizia dell’intestino, grazie alle loro qualità leggermente lassative e rinfrescanti.

Altri alimenti da consumare in estate contro il caldo

In questo articolo abbiamo citato la migliore frutta per combattere il caldo estivo, concentrandoci su alimenti che possono essere acquistati in Italia e localmente, provenienti preferibilmente da agricolture biologiche e biodinamiche. Allo stesso tempo esistono altri alimenti indicati per il consumo in estate, quando il termometro sale sopra i 30°C, tra cui l’ananas, il mango, il cetriolo, la menta e pesci magri come la sogliola. Per scegliere il pesce giusto, in qualsiasi periodo dell’anno, rimandiamo alla nostra guida sul consumo sostenibile di prodotti ittici.

Macrolibrarsi