La dieta vegana per lo sport: alimentazione del pallavolista Dustin Watten

È possibile praticare sport sia a livello amatoriale che a livello professionistico senza utilizzare un’alimentazione che includa alimenti di origine animale? Moltissimi atleti professionisti negli ultimi anni hanno adottato una dieta vegana per lo sport, utilizzando per le prestazioni agonistiche soltanto alimenti di origine vegetale, limitando o eliminando completamente le carni animali e i loro derivati, spesso condividendo risultati e benefici sui propri account social.

Uno di questi è Dustin Watten, un atleta di alto livello e libero della nazionale americana di pallavolo, uno sportivo estremamente attento all’alimentazione, che spiega ai suoi followers come nutrirsi in maniera giusta e quali alimenti consumare prima e dopo gli allenamenti. Inoltre Dustin propone moltissime varianti sperimentate da lui stesso nel tempo, per rispondere a quanti affermano che la dieta vegana e biologica nello sport rappresenti un’alimentazione limitata e monotona.

L’alimentazione vegana e biologica per sportivi di Dustin Watten

Dustin, nel suo profilo Instagram, dà moltissimi consigli a tutti gli sportivi e non, che vogliono avvicinarsi a questo tipo di alimentazione più salutare. Il suo pasto preferito è la colazione, dove consiglia l’utilizzo di estratti di frutta e di verdura mixati e composti principalmente da banane, ananas, semi come quelli di zucca e chia e verdure a foglia larga.

L’atleta spiega, nello specifico, cosa ha inserito nella sua dieta sportiva vegana nei pasti principali della giornata. In particolare mostra quali sono gli alimenti di origine vegetale più ricchi di proteine e fibre, ovvero quelli che possono dare una mano a tutti coloro che praticano attività sportive e che, dunque, hanno bisogno di un recupero fisico notevole. Watten consiglia di usare possibilmente alimenti biologici, come i fagioli e i ceci che sono ricchi di proteine, ma anche le lenticchie, la frutta secca e tutti i legumi in genere.

Dieta vegana per sportivi: quali alimenti consumare

L’alimentazione vegana prevede un consumo notevole e vario di frutta e verdura biologiche, a partire dalla colazione nella quale è opportuno usare dei frullati di frutta, cercando di seguire la stagionalità di questi prodotti. L’avocado è un altro alimento fondamentale nella dieta sportiva e vegana di Dustin, che sui social ci spiega come consumarlo in tutte le sue varianti possibili. Spesso, infatti, si ha la convinzione che non utilizzando i prodotti di origine animale, come la carne, il pesce e le uova, l’alimentazione sia monotona e povera di alcune sostanze nutritive importanti.

In realtà le possibilità sono diverse ed esistono moltissimi modi per cucinare questi alimenti. Un’alimentazione ricca di frutta e verdura è fondamentale per ripulire l’organismo dalle tossine, soprattutto quelle presenti nello stomaco e nel fegato. Una dieta vegana per lo sport è un’alimentazione piuttosto varia, indicata sia per persone che non praticano attività sportive ma efficace anche per chi è impegnato in sport a livello agonistico.

Dustin ha sempre dichiarato di non avere mai avuto e problemi a procurarsi frutta e verdura biologiche in tutti i Paesi in cui è stato. L’atleta ha infatti giocato per molto tempo sia in Europa, soprattutto in Francia, che in Sudamerica nella lega di pallavolo brasiliana. Proprio in Brasile Watten ha consumato molto riso, fagioli neri e un’enorme varietà di frutta e verdura biologiche. Infatti ha ribadito più volte l’importanza della qualità e stagionalità degli alimenti, soprattutto per un atleta professionista che segue una dieta vegana e vuole ottenere prestazioni di alto livello.

I benefici dell’alimentazione vegana nello sport

Dustin trae molti benefici dall’alimentazione vegana, infatti ha dichiarato spesso di sentirsi più leggero, con una maggiore reattività dei suoi muscoli soprattutto durante gli spostamenti, i movimenti rapidi e nella ripresa fisica, specialmente dopo allenamenti sotto stress o infortuni. I muscoli sono meno “intossicati”, poiché frutta e verdura biologiche servono come carburante per farli lavorare nel miglior modo possibile e farli riprendere dallo stress velocemente.

Inoltre Dustin afferma l’importanza di evitare o limitare il più possibile le farine raffinate, che troviamo in quasi tutti gli alimenti confezionati e non come pizza, pasta, pane e loro derivati, concentrandosi su quelli naturali, possibilmente crudi o cotti a temperature non oltre i 42 gradi e rigorosamente biologici.

Il beneficio più grande derivato dall’alimentazione vegana sportiva è senza dubbio il processo di disintossicazione a cui va incontro il corpo, insieme al miglioramento muscolare che porta il proprio fisico a reagire in maniera positiva agli sforzi fisici derivati dal praticare uno sport.

Moltissimi altri atleti professionisti hanno cambiato la loro alimentazione diventando vegani, come la tennista Venus Williams, il pesista Patrik Baboumian, il velocista Carl Lewis. Non è dunque un caso che gli atleti vegani non siano più così pochi, considerando che molti di loro hanno deciso di seguire i consigli dei loro colleghi. Tuttavia dobbiamo ricordarci che questo tipo di alimentazione può portare dei benefici non solo agli sportivi, ma anche a tutti quelli atleti che praticano sport a livello amatoriale e alle persone che conducono una vita del tutto normale e sedentaria.