Mele biologiche: varietà, prezzi, dove comprarle e come conservarle

Le mele sono uno dei frutti più consumati e apprezzati dagli italiani, presenti secondo recenti statistiche in oltre il 95% delle case. Tuttavia si tratta di una frutta estremamente complessa e delicata, nelle cui coltivazioni vengono impiegati spesso ingenti dosi di pesticidi, con analisi che hanno mostrato la presenza di molte sostanze nocive, fino a 5 prodotti differenti nella stessa mela.

Per questo motivo sempre più persone optano per le mele biologiche, l’unica soluzione per mangiare sano e godersi realmente quella mela al giorno che medici e dentisti raccomandano. Vediamo perciò quali sono le varietà di mele biologiche, chi le produce in Italia, dove acquistarle online e come conservarle al meglio, per preservarne quelle proprietà organolettiche così difficili da ottenere naturalmente.

Mele biologiche: le caratteristiche e le migliori varietà

Le mele biologiche permettono di mangiare una frutta sana, libera da pericolosi pesticidi, coltivata senza ricorrere a sostanze chimiche dannose per la nostra salute. Al contrario le mele bio crescono con l’ausilio di concimi organici, fertilizzanti naturali di provenienza vegetale, oltre all’utilizzo di insetti che contrastano naturalmente i parassiti dei meli.

Al contrario delle mele coltivate con i metodi tradizionali, che alcune recenti ricerche hanno mostrato essere piene di pesticidi, le mele biologiche consentono di mangiare questa frutta interamente, senza eliminare la buccia. Questa componente, infatti, contiene la maggior parte delle sostanze benefiche presenti nelle mele, tuttavia è anche nella buccia che si concentrano pesticidi e altre sostanze chimiche nelle mele della grande distribuzione.

Ovviamente spesso le mele bio non sono esteticamente perfette, hanno delle forme irregolari e delle ammaccature, ma presentano elevate quantità di importanti sostanze, come il fosforo e i polifenoli, antiossidanti naturali e sali minerali preziosi per l’organismo umano.

L’Italia è uno dei maggiori produttori di mele biologiche in Europa, soprattutto grazie all’apporto del Trentino Alto Adige, una regione che da anni ha convertito gran parte della sua produzione, seguita dalla Germania e dall’Austria. Per quanto riguarda le varietà, invece, sono necessari meli resistenti come la Natyra, Pinova, Brina, Golden Orange, Florina, Gala, Bonita e Topaz.

Nonostante siano specie robuste è indispensabile effettuare un lavoro minuzioso di gestione del suolo, attraverso operazioni di drenaggio, mineralizzazione, aerazione e diserbo naturale e meccanico, pratiche che comportano un aumento dei costi per i produttori e della complessità della coltivazione.

Mele biologiche: prezzi

I prezzi delle mele biologiche sono all’incirca il 20-25% superiori rispetto ai prodotti coltivati tradizionalmente, un costo maggiore dovuto a una minore produzione per ettaro e alla particolare delicatezza di queste varietà, senza dimenticare spese più elevate per la manodopera e la gestione delle coltivazioni.

Il prezzo delle mele bio varia abbastanza, a seconda della località di produzione, delle tecniche utilizzate e delle varietà coltivate, da un minimo di 3€ al chilo fino a un massimo di 8€ al chilo, calcolando che di solito un Kg di mele rappresenta circa 3 o 4 mele biologiche.

Ad esempio è possibile acquistare le mele bio Golden Orange della Val Venosta a circa 5,20€ al chilo, le mele Pinova a partire da 3,45€ al chilo, oppure le mele biologiche Golden Delicious del Trentino da 3€ al chilo. Le mele biologiche possono essere acquistate nei negozi specializzati, i punti vendita che offrono selezioni accurate e tracciate di frutta bio, oppure direttamente online.

Dove comprare online le mele biologiche

Diverse aziende consentono di effettuare degli ordini minimi online, tra cui la piattaforma www.biomela.eu, che mette a disposizione ad esempio 3 scatole di mele da 16 pezzi l’una a partire da 16€, con possibilità di scegliere le varietà tra Gala, Stark e Golden. Altrimenti per 6 cassette il prezzo delle mele biologiche è di 36€ IVA inclusa, mentre si possono ordinare anche cassette di mele di varietà antiche da 8€ l’una, per assaggiare mele come la Belfiore Giallo, la Renetta Ananas e la Calville.

Un’altra soluzione per chi acquistare mele bio online è il portale online Fruttaweb, dove trovare diverse varietà di mele biologiche come le Modì Almaverde Bio, a partire da 3,40€ al chilo, le mele Golden bio da 4,48e al chilo, le mele Renetta a 4,42€ al chilo, oppure le mele Granny Smith biologiche Almaverde da 4,54€ al chilo.

Chi volesse comprare le famose mele dell’Alto Adige può utilizzare il sito web Pursuedtirol.com, un e-commerce specializzato nella vendita di frutta e soprattutto mele biologiche online, con possibilità di richiedere la spedizione in tutta Italia. Sono presenti varietà come la mela Gala, la Golden e la Pinova a partire da 3,45€ al Kg.

Infine consigliamo di dare un’occhiata al portale bioaltoadige.altervista.org, che propone diverse varietà di mele bio dell’Alto Adige, come la Golden Delicious, la Royal Gala, la Pinova e la Stark, con prezzi a partire da 2,50€ al chilo più i relativi costi di spedizione.

Come conservare le mele biologiche

È risaputo che le mele sono uno dei frutti più longevi e duraturi, infatti una volta acquistati possono rimanere in frigo anche due settimane senza risentire del processo di decomposizione naturale. Tuttavia esistono alcuni metodi per conservare le mele biologiche nel modo giusto, approfittando a appieno delle proprietà incredibili di questa frutta.

Secondo gli esperti, dopo l’acquisto le mele bio vanno conservate innanzitutto nel luogo giusto, quindi in un posto che sia buio, fresco e umido, come una cantina ben aerata, adagiate sul pavimento oppure su un ripiano molto basso, mantenute ben distanti una dall’altra.

Inoltre bisogna coprirle con della carta o della plastica, purché forate per far passare l’aria, in questo modo la frutta si manterrà idratata a lungo. In presenza di mele marce queste devono subito rimosse, altrimenti potrebbero contaminare tutto il resto della cassetta.

Se conservate al meglio, le mele biologiche possono durare anche diverse settimane, senza annerirsi e perdere il loro inconfondibile sapore. Le mele bio sono un prodotto eccezionale, molto amato da giovani e adulti, ma per una frutta di qualità bisogna pagare il giusto prezzo, valorizzare il duto lavoro delle imprese e salvaguardare la propria salute acquistando soltanto mele biologiche certificate.

 

Macrolibrarsi