Olio extravergine d’oliva biologico: come riconoscerlo

L’olio extravergine d’oliva è il prodotto simbolo della cucina mediterranea, un condimento essenziale per la tradizione enogastronomica italiana, indispensabile per un’alimentazione sana ed equilibrata. Allo stesso tempo non tutti gli oli sono uguali, infatti è importante scegliere soltanto prodotti di altissima qualità, possibilmente biologici e certificati, imparando a difendersi dalle contraffazioni. Vediamo come riconoscere un olio extravergine d’oliva biologico, come è fatto e quali sono le sue proprietà benefiche.

Caratteristiche dell’olio extravergine biologico d’oliva

Presente in tutte le case italiane, oltre ad essere uno dei prodotti più conosciuti al mondo, l’olio extravergine d’oliva è un alimento particolare dalle innumerevoli qualità. Innanzitutto è un condimento dal gusto straordinario, in grado di valorizzare qualsiasi piatto, sia quanto viene utilizzato a freddo che riscaldato per fritture e soffritti. Inoltre al suo interno presenta un’ottima composizione nutrizionale, con grandi quantità di vitamine, acidi grassi monoinsaturi e antiossidanti.

Ciò comporta effetti benefici per la prevenzione delle patologie cardiovascolari, un corretto apporto di macronutrienti fondamentali, senza dimenticare le notevoli proprietà emollienti e tonificanti per la pelle. Ovviamente ogni prodotto presenta delle caratteristiche differenti, a seconda dei processi di lavorazione e delle materie prime utilizzate, per questo motivo la scelta migliore è optare per un olio extravergine biologico.

Preferendo questa variante, rispetto a un prodotto tradizionale, è possibile acquistare un olio realizzato con olive provenienti da agricoltura biologica certificata, riducendo al minimo i residui fissi lasciati da sostanze chimiche pericolose per la salute, come pesticidi e diserbanti. La dicitura bio garantisce l’intera filiera, dalla raccolta alla spremitura nel frantoio, fino all’imbottigliamento, alla conservazione e alla commercializzazione.

In questo modo è possibile tracciare tutti i passaggi con maggiore precisione, rispettare il lavoro degli operatori e delle aziende coinvolte nei vari processi, evitando che tecniche non adeguate rovinino le proprietà organolettiche dell’olio extravergine d’oliva. Una migliore composizione non assicura soltanto un apporto nutritivo più equilibrato e salutare, ma fornisce anche un gusto perfetto ben al di sopra della media e un aroma inconfondibile.

Come riconoscere un olio extravergine d’oliva bio di qualità

Per capire se un olio è realmente biologico, bisogna prima di tutto conoscere quali sono i criteri che stabiliscono quando un olio d’oliva è anche extravergine. Fortunatamente le normative di legge ci aiutano, poiché ogni prodotto deve rispettare una rigida classificazione in base a una serie di aspetti. Ad esempio, il regolamento europeo CE n.640/2008 dichiara che la nominazione extravergine dell’olio è strettamente legata al sapore e all’aroma del prodotto.

Per rientrare in questa categoria speciale, dunque, non basta rispettare le condizioni minime, ovvero un’acidità libera inferiore allo 0,8% (0,8 grammi di acido oleico per 100 grammi di olio), in quanto è fondamentale che l’olio abbia anche un gusto fruttato. Questa proprietà viene rilevata tramite appositi test di laboratorio, tra cui il Panel Test o esame organolettico, ed è vincolata alla qualità della materia prima e alle tecniche di lavorazione impiegate all’interno del frantoio.

Per assicurare un gusto adeguato, essenziale affinché sia concessa l’etichettatura di olio extravergine d’oliva, le olive devono essere sane e mature al punto giusto, la raccolta deve essere effettuata al momento opportuno e la spremitura deve avvenire a freddo con procedimenti meccanici. Inoltre è importante che il succo sia ricavato soltanto dalla polpa, non dai semi o da altre parti del frutto, per non compromettere il prodotto finale.

Per stabilire se un olio extravergine è di qualità bisogna quindi valutarne gli aromi e i sapori fruttati, tralasciando invece il colore in quanto non è una caratteristica affidabile. Affinché sia anche biologico l’olio deve possedere delle apposite certificazioni, rilasciate da organismi di controllo autorizzati dal Ministero delle Politiche Agricole, indicare nell’etichetta la dicitura proveniente “da agricoltura biologica”, avere un prezzo adeguato, mostrare il logo e informazioni dettagliate sulla zona di origine e i valori nutrizionali.

Come capire se l’olio extravergine biologico è contraffatto

Come è necessario riconoscere un olio extravergine d’oliva biologico, per garantire l’acquisto di un prodotto giusto e di alta qualità, allo stesso modo è fondamentale capire come proteggersi dalle contraffazioni. La prima soluzione è piuttosto semplice, infatti basta rivolgersi soltanto ad aziende di fiducia, da anni sul mercato e in grado di garantire con la loro reputazione l’olio commercializzato. Le imprese migliori custodiscono con cura il rispetto guadagnato in decenni di duro lavoro, perciò difficilmente vengono coinvolte in questo genere di raggiri.

Tuttavia per capire se l‘olio extravergine è falsificato è possibile eseguire alcuni controlli. Ad esempio un prezzo eccessivamente basso è sicuramente preoccupante, quindi deve far scattare immediatamente un campanello d’allarme, poiché potrebbe trattarsi di un prodotto adulterato. Il prezzo dell’olio extravergine biologico d’oliva di alta qualità è compreso tra i 12 e i 25 euro al litro, con costi differenti a seconda dell’annata e delle condizioni climatiche, con un prezzo medio intorno ai 15/18 euro al litro.

Dopodiché, come abbiamo visto in precedenza, nell’etichetta la percentuale di acido oleico deve essere entro lo 0,8%, il produttore deve indicare chiaramente l’origine delle materie prime, la tecnica di lavorazione utilizzata e i valori nutrizionali del prodotto. Infine devono essere presenti le certificazioni, complete di logo e riferimenti normativi alle legislazioni europee di riferimento, la cui veridicità si può verificare contattando l’ente di controllo.

L’olio biologico extravergine d’oliva è sicuramente un prodotto sensazionale, perfetto per chi desidera seguire una dieta sana ed equilibrata, per l’alimentazione dei bambini e le persone con particolari problemi alimentari. Come sempre però bisogna rivolgersi soltanto ad aziende affidabili, che rispettano i consumatori e lavorano secondo le regole, per offrire ai propri clienti sempre il massimo della qualità al giusto prezzo.

Macrolibrarsi