Trattamenti per orto biologico: quali insetticidi naturali usare?

L’orto biologico è sempre più diffuso nel nostro Paese, sia nelle aree rurali ma soprattutto all’interno delle città. Si tratta di una soluzione efficace ed ecologica, per coltivare da soli una parte delle verdure che si consumano durante l’anno, oltre a un ottimo mezzo educativo per i bambini, un passatempo per gli anziani e un’eccellente attività fisica per gli adulti.

Tuttavia un orto biologico comporta anche diversi problemi, tra cui in particolare la scelta di rimedi naturali contro insetti, funghi e altre malattie tipiche delle piante commestibili da coltivazione. I dettami dell’agricoltura biologica obbligano a non utilizzare prodotti chimici, nocivi per l’ambiente e la salute, ma allora come fare per proteggere le piantine di insalata e pomodoro? Vediamo come risolvere questa criticità.

Insetticidi biologici per orti urbani fai da te

Chiunque abbia mai piantato, in giardino o in terrazzo, qualche ortaggio sa bene quanto tali esemplari siano delicati e vulnerabili, estremamente soggetti ad ammalarsi soprattutto durante i mesi estivi, a causa delle alte temperature e dell’elevata irrigazione. L’agricoltura tradizionale prevede l’uso di pesticidi e fungicidi, che vengono impiegati nella maggior parte dei casi a livello preventivo, per scongiurare la comparsa di tali problematiche che potrebbero mettere a rischio i raccolti.

Ovviamente tutto ciò non è possibile nelle coltivazioni biologiche, perciò è necessario utilizzare rimedi alternativi. Ad esempio una soluzione valida è il piretro, uno degli insetticidi biologici più diffusi in questo settore, tuttavia si tratta di un’opzione che non offre una copertura totale. Col tempo, infatti, alcuni parassiti sono diventati piuttosto resistenti al piretro, vanificandone a volte gli effetti. Questo antiparassitario è un composto a base di estratto di Asteracea, una pianta che repelle naturalmente gli insetti.

Ciò che viene usato per preparare l’insetticida biologico sono i fiori, che sono essiccati e infine macinati, per ricavare la polvere da diluire e passare su tutte le piantine dell’orto. Tuttavia il piretro funziona solamente per contatto, quindi bisogna ripetere i trattamenti più volte, poiché soltanto gli insetti e le larve irrorati saranno allontanati, avendo cura di passare soprattutto sulle parti posteriori delle foglie e sulle zone più nascoste.

Un altro trattamento biologico abbastanza efficace è l’olio minerale, un insetticida a base di olio di vasellina, un agrofarmaco autorizzato dal Ministero della Salute per le coltivazioni biologiche. L’olio minerale viene utilizzato specialmente nella lotta alla cocciniglia, alle larve e agli acari, che può essere spruzzato anche sugli alberi da frutto fino a 20 giorni prima della raccolta. In alternativa c’è anche l’azaridactina, conosciuta anche come olio di Neem, un insetticida impiegato a scopo preventivo.

Ben più lunga è invece la lista dei fungicidi ammessi nell’agricoltura biologica. Tra questi ci sono ad esempio il bicarbonato di potassio, lo zolfo e il rame, sostanze che sono state al centro di numerose critiche negli ultimi mesi, a causa del loro impatto ambientale se adoperati in dosi eccessive e su larga scala. Prima di acquistare un insetticida biologico è possibile comunque controllare la lista ufficiale, consentita nelle coltivazioni bio, consultabile sul sito ufficiale di Federbio o sul portale del Ministero dell’agricoltura.

Rimedi naturali contro i parassiti per gli orti biologici

I prodotti appena citati sono delle buone soluzioni, in grado di proteggere le piantine dell’orto da insetti e funghi, sia preventivamente che come vera e propria cura. Allo stesso tempo sono dei composti non propriamente naturali, in quanto presentano anche sostanze potenzialmente nocive, seppur in dosi minime e non aggressive come nei prodotti totalmente chimici e sintetici. Per questo motivo è opportuno valutare la possibilità di rimedi alternativi, per evitare qualsiasi contaminazione del proprio orto biologico.

Ad esempio si possono rimuovere cocciniglia e altri parassiti, che si attaccano alle foglie e agli steli degli ortaggi, usando del semplice aceto di vino, da spruzzare con un piccolo irroratore oppure passando un panno umido sulle piantine. Per quanto riguarda invece gli alberi di frutta e di agrumi funziona molto bene il lavaggio, da realizzare con acqua e un po’ di sapone neutro, da spruzzare ad alta pressione sulle foglie e sul tronco, evitando i periodi di fioritura e gli ultimi 20 giorni prima della raccolta.

Dove comprare gli insetticidi biologici

Per acquistare un insetticida biologico, da utilizzare per i trattamenti alle piante del proprio orto, è possibile rivolgersi presso un negozio specializzato di fiducia, approfittando del contatto umano per ricevere consigli preziosi sul prodotto migliore in base alle proprie esigenze. Altrimenti si possono comprare rimedi bio contro insetti e funghi direttamente online, un modo semplice e veloce per reperire qualsiasi tipo di prodotto.

Tra i portali più importanti segnaliamo:

  • www.agribioshop.it
  • agripiu.macommerce.it
  • www.macrolibrarsi.it
  • www.naturaverde.store

 

 

Macrolibrarsi